Milano

Navigli

Il quartiere Navigli di Milano è una delle zone più trendy e dinamiche della città che ha il suo cuore nella Darsena, l'antico porto cittadino.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

I Navigli erano un sistema di canali navigabili che percorreva il territorio di Milano e la metteva in comunicazione con il Lago Maggiore, il Lago di Como e il basso Ticino. All’inizio i Navigli avevano una natura prettamente logistica, ovvero erano utilizzati per il trasporto di merci da e per Milano tanto che anche i materiali usati per costruire il Duomo sono stati trasportati attraverso i Navigli.

Attualmente con il termine Navigli si indica il quartiere della città che ospita la Darsena e due dei principali Navigli milanesi, il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese. Questa ora è considerata una delle zone più vivaci, trendy e dinamiche di Milano. Qui, infatti, si trovano numerosi bar e locali dove poter fare un vero aperitivo alla milanese o bere qualcosa dopo cena anche fino a notte fonda.

In realtà ci sono voluti quasi sette secoli per completare il sistema dei Navigli milanesi dato che ci hanno lavorato esperti dal XII al XIX secolo. Con il tempo i Navigli sono diventati non solo indispensabili strade d’acqua ma anche un’inestimabile risorsa idrica per i campi dei territori circostanti la città che così potevano far crescere le loro colture. Nel momento di massimo splendore i Navigli comprendevano nove corsi d’acqua e quattro specchi d’acqua artificiali. Attualmente sono rimasti sei navigli e un solo bacino, ovvero la Darsena di Porta Ticinese.

Storia dei Navigli

La rete dei Navigli milanesi era stata all’inizio pensata come fossato difensivo delle mura medioevali della città di Milano, poi con il tempo sono stati svolti lavori di canalizzazione e ampliamento soprattutto durante le dominazioni dei Visconti e degli Sforza. Questo anello d’acqua che racchiudeva il centro storico medievale attraverso un sistema di fossati venne così chiamato “Cerchio dei Navigli”. Nel XII secolo venne realizzato il Naviglio Grande, mentre attorno al 1457 venne creato un secondo Naviglio quello della Martesana che da Trezzo d’Adda arrivava sino in città.

È attraverso questo sistema di canali che sono stati portati a Milano i materiali che servivano alla costruzione del Duomo. In particolare, le imbarcazioni riservate al cantiere del Duomo riportavano la dicitura Auf (dal latino “Ad usum fabricae”, ovvero “ad uso della fabbrica”) scritta che permetteva l’esenzione dai dazi. Anche Leonardo da Vinci fu chiamato da Ludovico il Moro non solo per migliorare l’intero sistema di navigazione ma anche per ideare un sistema di dighe e chiuse che potesse controllare la portata dei canali. Verso la fine del XIV a Leonardo venne anche assegnato lo studio di un progetto che avrebbe potuto connettere la città al Lago di Lario superando le rapide dell’Adda, ma il progetto non partì. Le bozze dei suoi studi sono ancora conservate presso il Museo dei Navigli.

All’inizio del Seicento il governatore spagnolo Pedro Enríquez de Acevedo conte di Fuentes decise di realizzare nei pressi di Porta Ticinese un vero e proprio porto, la Darsena, per far ormeggiare le imbarcazioni. In seguito con la salita al potere di Napoleone Bonaparte nel 1805 venne completato anche il Naviglio Pavese che rispondeva all’esigenza della città di essere collegata al mare. Lo sviluppo della rete ferroviaria, però, ha fatto venire meno la funzione dei navigli, così la Cerchia dei Navigli è stata completamente interrata tra il 1929 e il 1930. Attualmente rimangono collegati alla Darsena di Porta Ticinese solo il Naviglio Grande il Naviglio Pavese.

Darsena

Il quartiere Navigli di Milano si trova situato nella zona sud-ovest della città e ha il suo cuore nella Darsena, l’antico porto cittadino da cui partono ancora i corsi del Naviglio Grande e del Naviglio Pavese. Questa è diventato nel tempo una delle zone più pittoresche e ricche non solo di locali e ristoranti ma anche di piccole librerie, di botteghe che vendono oggetti artigianali e di negozi alla moda.

Qui, inoltre, vengono organizzati eventi culturali e mercatini che animano le viette della zona rendendola un quartiere davvero dinamico. Una tappa da fare assolutamente è il Vicolo dei Lavandai, la strada che un tempo ospitava le case di molte lavandaie e dove ancora si trova custodita la struttura che veniva impiegata per lavare (a pagamento) i panni nel Naviglio.

Camminando tra le vie del quartiere e attraversando i diversi ponticelli potete raggiungere la Darsena di Milano, sito riqualificato nel 2015 in vista dell’Expo. Ora questo è un luogo in cui si combinano storia e modernità. Qui non solo ci sono numerosi locali per trascorrere splendide serate in compagnia ma è anche possibile sedersi a bordo di uno dei piccoli battelli per ammirare Milano da un’altra prospettiva. Grazie al suo fascino, il quartiere del Navigli ha conquistato diversi personaggi della scena artistica italiana prima tra tutti la poetessa Alda Merini che qui ha vissuto a lungo.

Come raggiungere il quartiere Navigli

Il modo migliore per raggiungere il quartiere Navigli è sicuramente con i mezzi pubblici.

In Metropolitana potete prendere la linea MM2 con fermata Porta Genova o Sant’Agostino

Mentre chi vuole viaggiare in Autobus può prendere le linee n° 2, 3, 9, 47, 74.

Dove si trova

Il quartiere Navigli si trova a sud-ovest della città di Milano e ha il suo fulcro principale nella Darsena di Porta Ticinese.

Alloggi Navigli
Cerchi un alloggio in zona Navigli?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Navigli
Mostrami i prezzi

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e/o sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Milan Pass: il meglio della città in un solo biglietto
Milan Pass: il meglio della città in un solo biglietto
Scopri Milano seguendo i tuoi interessi con il Milan Pass da 48 ore: approfitta di sconti in decine di ristoranti, negozi, musei e spettacoli affiliati. Sfrutta l'accesso gratuito ai musei, scegli l'opzione trasporti che preferisci e molto altro ancora.
Acquista da 79,00 €