Mantova

Mantova, grazia alla famiglia Gonzaga, vanta uno dei più ricchi centri rinascimentali sia d'Italia che d'Europa. Per questo la città è considerata Patrimonio UNESCO.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Elegante e signorile, Mantova è una cittadina lombarda che conserva ricche testimonianze architettoniche e artistiche del periodo rinascimentale. Secondo antiche documentazioni sembra che la città sia stata fondata dagli Umbri e poi sia passata sotto la dominazione degli Etruschi, dei Celti e dei Romani. Proprio a Mantova pare sia nato il poeta romano Publio Virgilio Marone, meglio noto come Virgilio, al quale sono dedicati una Piazza e diversi monumenti in città.

Dopo la caduta dell’Impero Romano Mantova è stata invasa da diverse popolazioni barbare, per poi cadere attorno al XIV secolo sotto l’egemonia della famiglia Gonzaga. I Gonzaga governarono per oltre quattro secoli la città, tra il 1328 e il 1707, facendo costruire palazzi, chiese e monumenti di grande interesse che resero Mantova uno dei più ricchi centri della cultura rinascimentale italiana ed europea.

La florida eredità lasciata dai Gonzaga ha reso Mantova, insieme a Sabbioneta, un importante sito del Rinascimento tanto che le città sono state inserite nella lista dei beni Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Nel 2016 Mantova è stata anche eletta Capitale della cultura italiana. Mantova è ora uno splendido gioiello all’aria aperta e vanta un patrimonio storico davvero unico tanto da essere considerata un museo urbano diffuso presente anche sulla piattaforma Google Arts & Culture.

Cosa vedere a Mantova

Elegante, affascinante e a misura d’uomo: così si può descrivere il centro storico di Mantova un luogo che racchiude moltissimi monumenti ed edifici di grande interesse. Camminando per le sue vie e visitando le numerose piazze è possibile ammirare eleganti palazzi, antiche chiese e storici edifici

Palazzo Ducale

1Piazza Sordello, 40, 46100 Mantova MN, Italia

Palazzo Ducale è stato dal 1308 la residenza ufficiale della famiglia Gonzaga, signori, marchesi ed infine duchi della città. Il nucleo originale del complesso, noto come Palazzo del Capitano, era già stato edificato dalla famiglia Bonacolsi, ma con l’arrivo dei Gonzaga vengono svolti i principali lavori di costruzione e ampliamento. Nel corso degli anni, infatti, ogni duca della famiglia ha voluto ampliare la reggia aggiungendo un’ala per la propria famiglia e per le proprie opere d’arte.

Il Palazzo risulta ora come la fusione di più edifici disposti che constano di un nucleo originario composto da Palazzo del Capitano, dalla Magna Domus e da altre costruzioni che formano la cosiddetta Corte Vecchia. Verso la fine del XIV secolo l’area venne ampliata per volere di Francesco I Gonzaga con la costruzione Castello di San Giorgio dove Andrea Mantegna realizzò la sua opera più celebre nota come la Camera Picta o Camera degli Sposi.

Nel XV secolo accanto alla Corte Vecchia venne edificata la Domus Nova e il Palazzo ha iniziato ad assumere l’aspetto che tutt’ora possiamo ammirare. Durante la dominazione austriaca il complesso ha assunto sempre più funzioni militari, mentre con l’annessione di Mantova al Regno d’Italia è diventato parte del Patrimonio Nazionale ed è stato trasformato in museo. Ora il complesso si estende per circa 35.000 m² e vanta più di 500 stanze, 7 giardini e 8 cortili.

Palazzo Te

2Viale Te, 13, 46100 Mantova MN, Italia

Palazzo Te è stato costruito verso la metà del Cinquecento dall’architetto Giulio Romano (uno degli allievi di Raffaello) su commissione del marchese Federico II Gonzaga. Il marchese voleva un palazzo non solo per trascorrere i suoi momenti di ozio ma anche per farci vivere l’amante Isabella Boschetti.

L’edificio presenta una pianta quadrata con al centro un cortile che un tempo ospitava un labirinto. Numerose sono le sale affrescate come quella di Amore e Psiche, quella dei Cavalli e quella dei Giganti che è considerata il miglior lavoro di Giulio Romano.

Cattedrale San Pietro

3Piazza Canonica S. Pietro, 11, 46100 Mantova MN, Italia

La Cattedrale di San Pietro che si trova in Piazza Sordello, non lontano dal Palazzo Ducale e dalla Basilica di Sant’Andrea, è nota anche come il Duomo di Mantova. L’edificio religioso è stato costruito a cavallo tra il XIV e il XV secolo sui resti di un precedente tempio paleocristiano.

La cattedrale si presentava inizialmente in stile romanico ma è stata poi ampliata da Francesco I Gonzaga. La facciata, invece, è in marmo di Carrara e risale al XVIII secolo. All’interno la chiesa presenta una pianta a croce latina ed è divisa in cinque navate. Qui si trovano le tombe dei più importanti membri della famiglia Gonzaga.

Basilica di Sant'Andrea

4Piazza Andrea Mantegna, 1, 46100 Mantova MN, Italia

La Basilica di Sant’Andrea si trova nelle vicinanze di Palazzo Ducale ed è la chiesa più grande di Mantova. L’edificio religioso è stato inizialmente progettato da Leon Battista Alberti, ma dopo la sua morte è stato concluso dall’architetto mantovano Luca Fancelli. Sant’Andrea presenta una pianta a croce latina, con un’unica navata coperta a botte e con cappelle laterali.

La cupola centrale alta circa 80 metri è opera di Filippo Juvarra. Internamente la Basilica è stata finemente decorata e conserva diverse opere d’arte di importanti artisti come Mantegna, Correggio, Romano e Campi. Da non perdere una visita alla cripta dove si trova custodita la reliquia del Sangue di Cristo che si dice sia stata portata a Mantova dal centurione romano Longino, ovvero il soldato che gli trafisse il costato.

Piazza Sordello

5Piazza Sordello, 46100 Mantova MN, Italia

Cuore della città di Mantova è sicuramente Piazza Sordello, dove si trovano i principali edifici simbolo del potere politico e religioso della città. Qui, infatti, sono affacciati il Duomo, Palazzo Vescovile, Palazzo Castiglioni, Palazzo Acerbi con la Torre della Gabbia e il Palazzo del Capitano, ovvero il nucleo iniziale e più antico del Palazzo Ducale. Nella Piazza è possibile ammirare anche la famosa “Casa di Rigoletto” il buffone di corte Gonzaga che si trova anche nell’opera “Rigoletto” di Giuseppe Verdi.

Un tempo la Piazza era intitolata a San Pietro ma nel XIV secolo la famiglia Gonzaga ha deciso di ridisegnarla e di dedicarla al poeta mantovano Sordello da Goito. Nel lato sud-est di Piazza Sordello nel 2006 sono stati rinvenuti i resti di decorazioni a mosaico di una domus romana d’epoca imperiale che ora sono stati resi ben visibili a tutti i visitatori.

Piazza delle Erbe

6Piazza delle Erbe, 46100 Mantova MN, Italia

Insieme con Piazza Sordello, Piazza delle Erbe rappresenta una delle aree principali della città che aveva un tempo una funzione commerciale dato che qui si sono sempre svolti i mercati di frutta e verdura. Oltre a vantare la presenza di numerosi negozi, di bar e di ristoranti la Piazza attualmente ospita alcuni degli edifici più importanti come la Rotonda di San Lorenzo, la Casa del Mercante, la Rotonda, la Torre dell’Orologio astronomico e il Palazzo della Ragione.

Piazza delle Erbe è collegata a Piazza Sordello grazie a Via Broletto, una delle vie principali di Mantova, dove si trova anche il famoso Voltone di San Pietro, ovvero una delle antiche porte d’accesso alla città.

Torre dell'Orologio

7Torre dell'Orologio, Piazza Erbe, 46100 Mantova MN, Italia

Se volete ammirare un vero e proprio capolavoro dell’architettura, dell’arte e dell’ingegneria non potete perdervi una visita alla Torre dell’Orologio di Mantova. La Torre è stata costruita attorno alla metà del XV secolo su progetto di Luca Fancelli, mentre l’orologio interno è stato realizzato dal matematico e astrologo Bartolomeo Manfredi, noto come Bartolomeo dell’Orologio.

Chiamato a lavorare a servizio della famiglia Gonzaga, Bartolomeo Manfredi costruì un vero e proprio capolavoro dell’orologeria. L’orologio riporta le ore contrassegnate in numeri romani, i segni zodiacali, le ore planetarie, le fasi lunari e le posizione degli astri. Sotto l’orologio è stata posta nel XVII secolo la statua della Madonna Immacolata. La Torre è alta circa 32 metri e da lassù è possibile ammirare una bellissima vista su Mantova e i territori circostanti.

Palazzo della Ragione

8Piazza Erbe, 13, 46100 Mantova MN, Italia

Il Palazzo della Ragione è stato costruito nel XIII secolo, durante l’epoca comunale, dal podestà Guido da Correggio come luogo per le assemblee e le adunanze cittadine. Durante la signoria dei Gonzaga, però, nel Quattrocento il Palazzo fu adibito a luogo in cui si gestiva la Giustizia e ad archivio notarile. Su alcune pareti sono ancora visibili i resti di affreschi realizzati tra il XII e il XIII secolo. Il piano terra ha sempre ospitato numerose botteghe e negozi (un tempo come adesso) mentre al piano superiore si trovavano gli uffici.

Rotonda di San Lorenzo

9Piazza Erbe, 46100 Mantova MN, Italia

La Rotonda di San Lorenzo è considerata la chiesa più antica di Mantova ed è stata edificata per volontà della contessa Matilde di Canossa. Esternamente l’edificio religioso sembra essere stato costruito come una copia della Chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme e si presenta in maniera semplice ed essenziale. La sua costruzione pare risalga intorno all’XI secolo ed è stata per molto una tappa dei pellegrini che si recavano sino al Duomo. L’interno si presenta ad un’unica navata che una volta era splendidamente affrescata con opere che sono andate in gran parte perdute. Purtroppo, la chiesa è stata usata a lungo come magazzino e come deposito ed è stata riconsacrata solo nel 1926.

Casa del Mercante

10Piazza Erbe, 26, 46100 Mantova MN, Italia

Sempre in Piazza delle Erbe è possibile ammirare la famosa Casa del Mercante, ovvero un edificio costruito nel XV secolo dal mercante di tessuti Giovan Boniforte da Concorezzo come dimora che doveva  servire anche da bottega. Solitamente, infatti, il piano terra era adibito all’attività commerciale mentre i piani superiori ospitavano gli appartamenti privati della famiglia. L’edificio si presenta in stile gotico, è ben conservato e vanta una facciata in cotto con decorazioni in stile veneziano. Il piano terra è caratterizzato da un portico sostenuto da colonne realizzate in marmo rosso di Verona.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Dove dormire a Mantova

Mantova è una piacevole cittadina della Lombardia che vanta un centro storico a misura d’uomo tutto da visitare. Dormire in centro è sicuramente la scelta migliore se volete essere vicini ai principali monumenti e se volete vivere appieno l’atmosfera della città. Qui è possibile trovare non solo hotel ma anche piccoli B&B e appartamenti dall’atmosfera davvero accogliente.

Tenete conto che diverse strutture si trovano all’interno di storici palazzi che sono stati riconvertiti e che regalano ai visitatori un’esperienza davvero unica. In alternativa potete valutare qualche sistemazione nella zona vicino alla stazione che è la soluzione ideale se volete soggiornare in un’area comunque centrale ma comoda alla ferrovia.

Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Mantova

Hotel
Hotel dei Gonzaga
Mantova - Piazza Sordello 52Misure sanitarie extra
8,1Ottimo 1.727 recensioni
Vedi Tariffe
Affittacamere
A Casa Dei Gonzaga
Mantova - Via Bettinelli 29Misure sanitarie extra
8,1Ottimo 1.338 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel
Hotel Casa Poli
Mantova - Corso Garibaldi 32Misure sanitarie extra
8,8Favoloso 892 recensioni
Vedi Tariffe
Vedi tutti gli alloggi

Come raggiungere Mantova

La città di Mantova è facilmente raggiungibile sia in auto che con i mezzi pubblici (treno, autobus o aereo). Chi viaggia in auto può raggiungere la città grazie all’autostrada A22 (Autostrada del Brennero), uscendo a Mantova Nord (se si proviene da Brennero/Verona) o a Mantova Sud (se si proviene da Modena/Bologna).

La città è dotata anche di una stazione ferroviaria che consente collegamenti con le principali città della Lombardia, del Veneto e dell’Emilia-Romagna. Così da Mantova è possibile raggiungere in meno di un’ora Verona, Modena o Cremona mentre in circa due ore di treno si raggiunge Milano.

Lo scalo aeroportuale più vicino è l’Aeroporto Catullo di Verona che dista circa 40 km ma che non è direttamente collegato alla città. Dall’aeroporto è necessario raggiungere la stazione ferroviaria di Verona e poi prendere un treno alla volta di Mantova. L’Aeroporto Orio al Serio di Bergamo, invece, dista circa 130 km.

Meteo Mantova

Che tempo fa a Mantova? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Mantova nei prossimi giorni.

lunedì 26
12°
23°
martedì 27
14°
23°
mercoledì 28
14°
20°
giovedì 29
14°
22°
venerdì 30
13°
18°
sabato 1
14°
22°

Dove si trova Mantova

Mantova è una graziosa località della Lombardia sud-orientale che si trova non lontano dal confine con il Veneto e l’Emilia-Romagna. La città dista 45 km da Verona, 70 km da Brescia e 160 km da Milano.

Vedi gli alloggi in questa zona

Cosa vedere in provincia di Mantova

Sabbioneta

Sabbioneta

Sabbioneta è una cittadina che ha saputo conservare il suo affascinante centro storico di origine rinascimentale. Per le sue bellezze la città è considerata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.
Leggi tutto

Località nei dintorni