Crema

Crema è una tranquilla ma affascinante cittadina della Lombardia il cui centro storico è la perfetta combinazione tra architettura romanica-lombarda e quella veneziana.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Circondata dalla Pianura Padana, Crema è una tranquilla cittadina della Lombardia perfetta per un fine settimana o una gita fuori porta. Le origini della città sono incerte, quello che però sappiamo è che Crema ha vissuto un periodo molto florido nel Cinquecento durante la dominazione veneziana. In questi anni la città ha potuto godere di una certa autonomia che ha reso possibile l’ampliamento del centro cittadino e la costruzione di numerosi edifici di grande pregio.

Ora Crema si presenta come una cittadina dal centro storico ordinato, raccolto e caratterizzato da palazzi signorili, chiese storiche e monumenti di grande interesse. È una meta molto apprezzata per la sua tranquillità e perché è a misura d’uomo. Il centro si visita piacevolmente a piedi e combina il fascino dell’architettura romanica-lombarda agli eleganti echi veneziani.

Cosa vedere a Crema

Cuore della città è Piazza Duomo dove è sorto il primo nucleo della città e da dove si dipanano le quattro strade principali di Crema che la tagliano in due. Da nord a sud abbiamo via Cavour e via Matteotti mentre da est a over ci sono via Mazzini e via XX Settembre. Percorrendo sino alla fine queste ultime due vie si arriva a porta Serio e porta Ombriano, gli unici due ingressi che sono giunti sino a noi.

Cattedrale di Santa Maria Assunta

Il Duomo di Crema è conosciuto anche come Cattedrale di Santa Maria Assunta e sembra risalire all’XI secolo. La chiesa è stata molto probabilmente costruita nel luogo in cui in precedenza era presente un luogo di culto romano. Negli anni l’edificio ha subito diversi lavori di rimaneggiamento e ampliamento che ne hanno in parte cambiato l’aspetto.

Attualmente il Duomo si presenta con una facciata a capanna tripartita da grandi archi che ospita un portale in stile romanico e dei capitelli decorati con motivi vegetali. Al centro, invece, è presente un grande rosone in stile gotico. All’interno la chiesa ha una pianta a tre navate, con quella centrale che termina con un’abside mentre quelle laterali sono concluse da cappelle. Qui è possibile ammirare affreschi e opere di grande pregio realizzate tra il Cinquecento e l’Ottocento.

Palazzo Comunale

Di fronte al Duomo si trova il Palazzo Comunale costruito nel Cinquecento come centro politico della città. Il Palazzo è un vero capolavoro dell’architettura dato che combina lo stile lombardo con quello veneziano. I tratti lombardi si possono riconoscere nell’utilizzo del cotto, mentre quelli veneti nella presenza delle logge con i tre archi.

Il piano terra è porticato ed è diviso da una serie formelle in terracotta dal primo piano. Il secondo piano è caratterizzato dalla presenza di finestre alternate dagli stemmi in marmo delle famiglie venete a cui appartenevano i podestà che hanno governato la città. Sul fronte occidentale del Palazzo si trova incastonato il Torrazzo.

Arco del Torrazzo

L’Arco del Torrazzo, noto più semplicemente come Torrazzo, divide asimmetricamente il palazzo comunale e collega Piazza Duomo con via XX Settembre. La porta è in stile rinascimentale e sembra essere stata costruita a fine Quattrocento.

La Torre è suddivisa in tre ordini: nel primo c’è l’arco di ingresso, nel secondo il riquadro con lo stemma della città e nel terzo c’è un orologio con ai lati le statue di San Vittoriano e San Pantaleone. Nel lato esterno al posto dell’orologio è presente la statua del Leone di San Marco.

Palazzo Pretorio

Il Palazzo Pretorio si trova sempre in Piazza Duomo ed era la residenza del podestà veneto durante il dominio della Serenissima. L’edificio presenta una facciata di stile cinquecentesco che è stata poi arricchita da un portale classicheggiante realizzato in marmo Botticino.

Nel sottoportico è possibile ammirare un famedio dedicato alla sepoltura e alla memoria dei cittadini cremaschi di rilievo. Al primo piano, invece, si ritrovano due sale: la Sala del Consiglio, con i i ritratti dei principali podestà veneti, e la Sala dei Ricevimenti con un soffitto a cassettoni del Cinquecento.

Museo Civico

Il Museo Civico di Crema si trova all’interno dell’ex-convento di Sant’Agostino che è stato fondato nel 1439. Il complesso vanta due chiostri in stile rinascimentale e un refettorio finemente affrescato nel 1507 dal pittore Pietro da Cemmo. Durante il dominio francese il convento è stato riconvertito in una caserma che ha ospitato prima i soldati francesi, poi quelli asburgici e infine quelli italiani.

Dopo la Seconda guerra mondiale sono stati svolti dei lavori per modificare il complesso e renderlo un centro culturale e un museo. Così qui ora è possibile visitare il Museo Civico di Crema che racconta la storia di questi territori. In particolare, il percorso si divide in quattro sezioni: archeologica, storica, artistica e musicale.

Palazzo Benzoni-Frecavalli

Palazzo Benzoni-Frecavalli è un edificio risalente al XVII secolo che attualmente ospita la Biblioteca di Crema. Il palazzo è stato costruito dalla famiglia Benzoni che era una tra le più antiche e influenti famiglie cittadine. Nel XVIII secolo la proprietà è passata nelle mani della famiglia Frecavalli fino agli inizi dell’Ottocento quando l’edificio è stato adibito prima a scuole e poi ad ospedale.

Il cambio di destinazione d’uso ha portato diversi cambiamenti all’edificio originario soprattutto negli anni cui questo è stato adibito a struttura sanitaria. Il palazzo ora si sviluppa attorno ad un cortile interno di forma quadrangolare; per fortuna all’interno del Palazzo sono sopravvissute sale ancora riccamente adornate, soffitti a cassettoni, amorini in stucco, soggetti mitologici e figure allegoriche.

Santuario di Santa Maria della Croce

Il Santuario di Santa Maria della Croce è stato progettato nel Cinquecento da Giovanni Battagio, allievo del Bramante. Secondo una leggenda nel luogo in cui è stato costruito il Santuario era stata pugnalata a morte Carterina degli Uberti, una giovane nobile di Crema. La donna si era sposata con Bartolomeo Pederbelli, un bandito originario di Bergamo conosciuto come Contaglio. Nella notte del 2 aprile 1490 Contaglio accoltellò Caterina per portarle via tutti i suoi averi. La donna in fin di vita chiese aiuto alla Madonna di impartirle i sacramenti prima di morire e così Caterina rimase in vita per tutta la notte fino all’arrivo di un sacerdote che le conferì l’estrema unzione.

Sul luogo della sua morte la gente piantò una piccola croce che divenne luogo di pellegrinaggio di molte persone. Da qui è poi nata l’idea di costruire un Santuario intitolato a Maria della Croce. L’edificio religioso si presenta con una pianta a croce greca e l’interno del corpo principale ha forma ottagonale ed è stato finemente decorato. L’altare maggiore si trova in posizione sopraelevata ed è raggiungibile tramite due scale in marmo rosso di Verona, al livello inferiore invece è presente uno scurolo di forma rettangolare che ospita un altare del 1750. All’interno del Santuario è possibile ammirare anche una copia della spada con cui Caterina è stata uccisa. Nonostante il Santuario si trovi all’incirca 1 km fuori dal centro storico di Crema vale comunque la pena di essere visitato.

Mura venete

Camminando alla scoperta di Crema è possibile notare ciò che è rimasto delle mura venete che circondavano la città. Le mura sono state costruite nel Cinquecento dai veneziani a scopo difensivo sui resti di una precedente cinta muraria. A fine lavori le mura includevano quattro porte di ingresso e otto torrioni. Tutto attorno alle mura, inoltre, era stato costruito un fossato. Attualmente sono ancora visibili e utilizzate due delle quattro porte, ovvero Porta Serio e Porta Ombriano.

Piazza Trento e Trieste

Piazza Trento e Trieste è un’altra piazza molto importante della città perché conserva siti di grande interesse. Al centro della Piazza è possibile ammirare il Monumento ai Caduti cremaschi della Prima guerra mondiale.

Altra attrazione è il mercato austroungarico, una struttura neoclassica innalzata nel 1842 per celebrare la visita in città dell’imperatore Francesco I d’Austria. Fino al Novecento questo era appunto luogo di mercato dove era possibile acquistare prodotti alimentari e stoffe. Un ultimo edificio di grande importanza che si affaccia sulla Piazza è l’ex chiesa di San Domenico che ora è sede del Teatro cittadino.

Dove dormire a Crema

Dormire a Crema è una scelta non molto usuale ma la città può essere una base perfetta per visitare alcune località lombarde. Crema non è solo più tranquilla ma anche più economica rispetto ad altre città, pur rimanendo un centro che offre tutti i servizi.

Sebbene non sia una meta turistica di primo ordine, la scelta di strutture alberghiere qui è abbastanza ampia e comprende alberghi economici, hotel stellati, B&B e appartamenti.

Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Crema

Hotel
Hotel Ponte di Rialto
Crema - Via Cadorna 5/7 Misure sanitarie extra
8,8Favoloso 288 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel
Park Hotel Residence
Crema - Via IV Novembre 51
7,7Buono 287 recensioni
Vedi Tariffe
Appartamento
Quattro Stanze @ Quattro Vie
Crema - 7 Via Giacomo Matteotti
8,9Favoloso 184 recensioni
Vedi Tariffe
Vedi tutti gli alloggi

Come raggiungere Crema

Raggiungere Crema è molto semplice sia per chi viaggia in auto sia per chi si sposta in treno. La cittadina, infatti, si trova a solo un’ora di macchina sia da Milano sia da Bergamo. In auto chi proviene da Milano può viaggiare lungo la ex Strada Statale 415 Paullese fino all’uscita Crema Ovest/Bagnolo; in alternativa è possibile anche prendere la A51 fino all’uscita 3 verso Paullo e poi viaggiare lungo la ex Strada Statale 415. Chi proviene da Brescia, invece, deve percorrere prima la SS42 e poi la SP80.

La città dispone anche di una stazione ferroviaria che si trova lungo la linea ferroviaria Treviglio-Cremona ed è servita da diversi treni regionali. Per quanto riguarda gli aeroporti, i più vicini sono Milano Linate e Bergamo Orio al Serio che distano entrambi all’incirca 45 km.

Meteo Crema

Che tempo fa a Crema? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Crema nei prossimi giorni.

lunedì 26
12°
22°
martedì 27
13°
22°
mercoledì 28
13°
20°
giovedì 29
14°
20°
venerdì 30
13°
18°
sabato 1
13°
21°

Dove si trova Crema

Crema è una cittadina della provincia di Cremona situata nella bassa Pianura Padana lungo le sponde del fiume Serio. La città dista 20 km da Lodi, 40 km da Cremona e 48 km da Milano.

Vedi gli alloggi in questa zona

Località nei dintorni