Bienno

Bienno è una cittadina della Val Camonica conosciuta per il suo antico centro storico di origine medioevale e per lo splendido patrimonio naturale che la circonda.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze
Cerca

Conosciuto come uno dei “Borghi più belli d’Italia”, Bienno (o Bién) è una cittadina della Val Camonica dalla storia davvero antica. I primi insediamenti nella zona, infatti, risalgono all’età del Bronzo e a testimonianza di quel periodo c’è la “preda dell’altare”, un masso con incisioni rupestri millenarie. Lo sviluppo della Valle durante l’epoca Romana è avvenuta grazie alla grande disponibilità di ferro trovato nelle montagne che circondavano il centro abitato che hanno concesso per anni un economia fiorente e florida.

Questo insediamento romano si è poi trasformato in uno splendido e ricco borgo medioevale anche grazie all’arrivo nel X secolo dei Benedettini che hanno introdotto l’utilizzo dei mulini. Questa è stata senza dubbio una grande svolta per l’economia di Bienno dato che i mulini sfruttavano le acque del torrente Grigna e creavano l’energia necessaria per muovere i pesanti magli per la forgiatura del ferro che erano utilizzati a supporto del lavoro di fabbri e falegnami. Con il tempo poi il paese è rientrato sotto la dominazione veneziana periodo durante il quale sono state costruiti eleganti abitazioni e le attività metallurgiche lavoravano per produrre armi e utensili di diversa tipologia.

Attualmente Bienno è uno splendido borgo medievale che conquista i suoi visitatori grazie al bellissimo panorama naturale che la circonda e grazie anche alla presenza di palazzi e musei storici, Chiese affrescate e grazie agli ottimi prodotti gastronomici locali. Questa località, però, è famosa anche per essere la sede di due importanti centri spirituali: il Colle della Maddalena dove si trova la statua in oro zecchino di Cristo Re, e l’Eremo dei SS Pietro e Paolo, considerata una vera e propria oasi di pace circondata dal verde.

Cosa vedere a Bienno

La cittadina di Bienno è riuscita a conservare tracce dei diversi periodi storici e delle diverse dominazioni che si sono susseguite; molti segni del suo lungo passato sono giunti sino a noi, si sono integrati e combinati nel patrimonio storico della città. Camminando per Bienno è ora possibile percorrere stretti viali che conducono tutti alla Piazza centrale considerata cuore del borgo dove si trova la chiesa di S. Maria. La città dopo essere stata dichiarata nel 2008 “Uno Dei Borghi Più Belli D’Italia” ha ricevuto anche il riconoscimento della Bandiera Arancione da parte del Touring Club.

Chiesa dei Santi Faustino e Giovita

1Via Re, 35, 25040 Bienno BS, Italia

Costruita sulla fine del XVI secolo, la Chiesa parrocchiale dei Santi Faustino e Giovita sorge nella parte alta del paese ed è riuscita a conservare negli anni gran parte della sua struttura originaria. Esternamente l’edificio religioso ha un portale in arenaria di Sarnico e due nicchie che ospitano le statue marmoree dei Santi Faustino e Giovita.

All’interno, invece, è presente una sola navata con volte a botte ed è elegantemente decorata con fregi, fiori, putti e statue. Nel soffitto sono presenti riquadri realizzati da Mauro della Rovere detto il Fiamminghino, mentre la grande pala dell’altare che rappresenta il martirio dei S.S. Faustino e Giovita è stata realizzata da Giovan Battista Pittoni.

Chiesa di Santa Maria Annunciata

2Via Santa Maria, 25040 Bienno BS, Italia

La Chiesa di Santa Maria Annunziata sorge nella parte bassa del centro storico e conserva al suo interno opere di grande valore realizzate tra il XV e il XVI secolo da diversi artisti, fra cui Giovanni Pietro da Cemmo e Girolamo di Romano, detto il Romanino. All’interno l’edificio presenta una sola navata affrescata con le immagini dei Santi, mentre la pala dell’altare maggiore è stata realizzata dal Fiamminghino nel 1632 e raffigura l’Annunciazione.

Sette Torri

Bienno è noto anche come il “Borgo delle sette torri” dato che un tempo la città era dotata di una struttura difensiva che comprendeva una cinta muraria e sette torri a pianta quadrata con mura molto spesse. Di queste torri quattro sono giunte sino a noi e hanno permesso di comprendere il sistema di difesa della città.

L’entrata al paese, infatti, non avveniva tramite portoni di ingresso ma tramite delle scale d’accesso che venivano calate dalle finestre delle torri. In questo modo in situazioni di pericolo agli abitanti era sufficiente ritirare le scale per impedire l’ingresso ai nemici. Le torri che si possono ancora ammirare camminando per il paese sono: la Torre Avanzini, la Torre Rizzieri, la Torre Mendeni e la Torre Bontempi.

Mulino di Bienno

3Via Glere, 25040 Bienno BS, Italia

L’economia della città di Bienno è stata per anni basata sul lavoro delle fucine che realizzavano armi e altri articoli. Grande spinta a questo settore è stata data con l’introduzione di mulini ad acqua che supportavano il lavoro svolto in opifici, fucine e magli presenti in tutta la Val Grigna. In particolare a Bienno il funzionamento dei mulini era dato dalla forza del Vaso Rè, un canale artificiale della Val Grigna (parte della Val Camonica) che attraversa i comuni di Prestine, Bienno, Berzo Inferiore, Esine e confluisce nell’ Oglio.

A Bienno è ancora attivo un mulino, noto come il Mulino di Bienno, che ora è stato convertito in un museo dove è possibile ammirare e conoscere meglio il suo funzionamento. Il percorso di visita parte dall’esterno dove si vede l’acqua con la sua forza azionare il movimento rotatorio della ruota che avvia così l’albero motrice chiamato “Erbor”, il quale, a sua volta, aziona una ruota in legno denominata “Puleggia”. Si passa poi alle due macine una superiore ed una inferiore che frantumano i chicchi. Al termine della visita è presente anche un piccolo negozio che permette di acquistare la farina qui prodotta e altri alimenti.

Fucina Museo - Museo Etnografico Del Ferro

4Via Artigiani, 13, 25040 Bienno BS, Italia

La Fucina Museo sembra risalire al XVII secolo e forma insieme al Mulino di Bienno il Museo Etnografico del Ferro, delle Arti e Tradizioni Popolari di Bienno. Il museo è stato costruito nel luogo in cui originariamente sorgevano due fucine appartenute alla Famiglia Morandini “Stefani” e in seguito passate prima alla Famiglia Panteghini e poi al Comune di Bienno nel 1985.

Aperto nel 1988 questo museo è ora composto da due diversi ambienti che permettono di conoscere meglio come si lavorava in una fucina. Da un lato è stata conservata una fucina nel suo aspetto originale con gli strumenti usati nella lavorazione e alcuni esempi di prodotti finiti. In un’altra area, invece, c’è uno spazio più espositivo con schede, pannelli, video e reperti che permettono di conoscere meglio l’attività di estrazione e di lavorazione del metallo e del legno.

Ecomuseo del Vaso Rè e della valle dei Magli

5Via Prestine, 20, 25040 Bienno BS, Italia

L’Ecomuseo del Vaso Rè si trova all’interno del Parco dell’Adamello tra i territori di Bienno e Prestine. Qui è possibile seguire un percorso storico ed etno-antropologico realizzato grazie a pannelli espositivi, schede ma anche strumenti, oggetti, attrezzi e manufatti di un tempo. Sono presenti anche spiegazioni su come un tempo lavoravano e vivevano gli artigiani della zona e le loro famiglie. Tutto questo è considerato parte del patrimonio storico e culturale di questo territorio che si cerca il più possibile di trasmettere e promuovere anche alle future generazioni.

Palazzo Simoni Fè

6Via Contrizio, 7, 25040 Bienno BS, Italia

Il palazzo che possiamo ammirare ora è frutto di lavoro di ristrutturazione voluto dalla famiglia Simoni e avvenuto nell’Ottocento su un edificio risalente al XV secolo. All’interno dell’edificio ora si trova la Pinacoteca dell’Arcivescovo Morandini, con una collezione di oltre 40 opere donate dall’arcivescovo alla città. Al primo piano, inoltre, si trovano arredi antichi e diversi dipinti che ritraggono i componenti della famiglia Simoni e diverse statue lignee risalenti al XV secolo che riproducono la Morte di Cristo, l’Annunciazione e l’Arcangelo Gabriele.

Al Vaso Rè

7Via Ripa, 8, 25040 Bienno BS, Italia

Il Vaso Rè è un’opera in legno realizzata nel 2019 in occasione della XXIX edizione della Mostra Mercato di Bienno da tre scultori russi, Bair Kirill, Nazarov Sergei e Gnennyy Andrey.

Alta quattro metri, l’opera è stata collocata accanto al corso del torrente Vaso Rè per ricordare il forte legame che c’è sempre stato tra questo canale e la città di Bienno.

La scultura rappresenta una persona anziana con barba, cappello e in bocca una pipa che si trova nei pressi del corso d’acqua e sembra osservare con interesse la vita del borgo procedere.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo

Dove dormire a Bienno

Bienno è un piccolo borgo dall’atmosfera accogliente e ospitale che vanta diverse strutture in cui poter soggiornare. La maggior parte delle soluzioni sono B&B e piccoli hotel nel centro cittadino che permettono di essere vicino non solo alle principali attrazioni turistiche ma anche a bar e ristoranti.

Un’altra alternativa è quella di soggiornare presso l’Eremo dei SS Pietro e Paolo, dove si trovano delle strutture alberghiere e dei ristoranti completamente immersi nel verde della natura.

Cerca
Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Bienno

Hotel
Hotel Oasi Verde
Bienno - Via Dei Tornanti, 4
8.4Ottimo 405 recensioni
Prenota ora
Casa di campagna
Quader nidi nel verde
Bienno - Via Quadro (check-in takes place at via Dei Tornanti 4, Prestine)
9.1Eccellente 112 recensioni
Prenota ora
Appartamento
RL
Bienno - Via Fantoni n.6Misure sanitarie extra
8.7Favoloso 46 recensioni
Prenota ora
Vedi tutti gli alloggi

Come raggiungere Bienno

Il modo migliore per raggiungere Bienno è sicuramente l’automobile.

Da Milano è possibile prendere l’Autostrada A4 (in direzione Venezia) fino all’uscita Seriate e poi seguire la S.S. 42 in direzione Lovere – Passo del Tonale fino all’uscita Bienno/Esine.

Da Verona è possibile prendere l’Autostrada A4 (in direzione Milano) sino all’uscita Brescia ovest e proseguire prima lungo la strada Provinciale 11 e poi lungo la S.S. 42.

Chi parte da Trento, invece, può viaggiare lungo la S.S. 42 Passo del Tonale fino all’uscita Bienno/Esine.

Meteo Bienno

Che tempo fa a Bienno? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Bienno nei prossimi giorni.

giovedì 23
13°
19°
venerdì 24
12°
19°
sabato 25
14°
19°
domenica 26
13°
23°
lunedì 27
15°
23°
martedì 28
17°
23°

Dove si trova Bienno

Bienno è un borgo medievale che sorge in Val Camonica circondato dalle vette della Concarena e della Presolana all’interno del territorio della provincia di Brescia. La città dista circa 70 km da Brescia e dal passo del Tonale e 120 km da Milano.

Località nei dintorni